PER APPROFONDIRE:



Glossario

Aspa: stanga, detta anche asta, elemento sporgente dal ceppo cui è collegata una corda per mettere in movimento la campana. Nei sistemi a slancio è inserita in una struttura a triangolo chiamata cicogna o bilancia. Nei sistemi a concerto (inglese, ambrosiano, veronese) e con la recente elettrificazione viene spesso sostituita dalla Ruota.

Battaglio o Batacchio (dal latino "Bataculum"): elemento in ferro sospeso internamente alla campana che urtando contro gli opposti bordi la fa vibrare e quindi risuonare. Anticamente veniva assicurato all'asola mediante un nervo di bue o una striscia di cuoio, recentemente vengono usati rinforzi e cavetti in acciaio.

Bocce: pomi (di solito 3) che vengono imbullonati al di sopra del contrappeso nel sistema ambrosiano e sue derivazioni.

Ceppo: struttura anticamente in legno, oggi in ghisa o acciaio, a cui viene fissata la campana basculante.

Contrappeso o Scatola dei contrappesi: parte superiore del ceppo ambrosiano che, riempita con piastre di ferro, bilancia rallentando la rotazione della campana.

Isolatore: pezzo di legno che svolge una importantissima funzione in tutte le campane soggette a movimento. Esso è infatti posto fra le maniglie della campana ed il ceppo; assorbe le vibrazioni che arrivano all'estremità superiore della campana, le quali altrimenti verrebbero trasmesse al ceppo superiore.

Maniglie: dette anche anse. Formano la corona superiore, riccioli bronzei che si trovano superiormente alla campana per collegarla al ceppo (se basculante) o al trave (se fissa) tramite sbarre in ferro e bulloni.

Mezzolo: sbarra di legno che copre le viti e i bulloni delle maniglie, usato nel sistema Bolognese per evitare che la corda resti impigliata.

Perni: sono 2 cilindri che sporgono ai lati del ceppo e che, alloggiati nei cuscinetti a sfera, permettono il movimento.

Ruota: viene collegata o a destra o a sinistra del ceppo e della campana. Nella sua gola scorre la corda se la campana è suonata manualmente, oppure una catena lubrificata se è presente un'automazione elettrica. Nelle campane prive di ruota troviamo l'asta.

Campana a distesa: si usa questa espressione per indicare la campana quando oscilla intorno ad un asse quasi baricentrico e produce suono da non confondersi con il mezzo slancio o con lo slancio alto, i quali hanno l'asse di rotazione rispettivamente sempre più distante dal baricentro[1].

Campana a bicchiere o a concerto: si usa questa espressione per indicare la posizione della campana completamente rovesciata; tale posizione viene raggiunta dalla campana compiendo una rotazione di 180° a seguito di alcune oscillazioni. Ovviamente le campane a concerto sono tipiche dei sistemi di suono con campane in movimento. Una volta raggiunta la posizione "a bicchiere", la campana, a seconda dei diversi usi e modi di suonare che variano da luogo a luogo, viene fatta ruotare per eseguire uno o più rintocchi e poi ritornare in quella posizione[2]. In alcuni modi di suonare, come il veronese, la campana a concerto fa parte di una sequenza preordinata di rintocchi insieme ad altre campane; in altri la campana a concerto può concludere frasi musicali in modo solenne oppure avere una funzione funebre.

Campana a slancio: vedi la sezione seguente "classificazione delle campane".

Campana controbilanciata: vedi la sezione seguente "classificazione delle campane".

Bibliografia

  • L. Cavalletti, I Crespi, antichi artigiani fonditori di campane, Crema, 1985.
  • A. Delli Quadri, Arte campanaria. Manuale tecnico pratico, Arte Tipografica, 2010.
  • P. Donati, Il campanato, Bellinzona, 1981.
  • G. Merlatti, Di bronzo e di cielo, Ancora, 2009.
  • Aa. Vv. - (La) grande campana delle Laudi - Perugia, 1928
  • Antonimi F.L. - Campane all'alba - Mondo MI 1949
  • Brocchi Virgilio - (L') isola sonante - Treves MI 1929
  • Butler, Samuel - Alpi e santuari: viaggio curioso di un grande scrittore inglese tra valli, campanili e tradizioni - edizione italiana a cura di Pier Francesco Gasparetto, Casale Monferrato, Piemme
  • Cammarata Paolo - (Il) castello e le campane - Sellerio PA 1993
  • Com'astri M. Danila - (La) campana dell'arciprete - Garzanti MI 1996
  • Curti Alfredo - (Les) cloches de corneville - Velardi Napoli 1913
  • Dickens Charles - (Le) campane - Interlinea NO 1995
  • Gorini Edvige Pesce - (Il) campanello misterioso - O.N.M.d. I. Roma 1936
  • Guastalla Claudio - (La) campana sommersa - Bote e Bock Berlino 1928
  • Hemingway Ernest - Per chi suona la campana (vol.2) - Mondatori MI 1945
  • Hersey John - Una campana per Adamo - Mondatori MI
  • Lando Mauro - (La) campana della discordia - Alcione TN, 1983
  • Losavio Fernando - Campana (Poesie) - Guanda MO 1935
  • Mari Antonino - Campane alpine - Casini - Bari, 1925
  • Menicucci Mimì - Campanella d'oro - Capriotti Roma 1947
  • Nicodemi G. - Campane - TCI-Le vie d'Italia n.1, 1922
  • Peloso Piero - Massignani alti..le campane - In proprio, 1990
  • Piazza Pietra - (La) cella campanaria (poesie) - Clessidra PD 1994
  • Plath Sylvia - (La) campana di vetro – Mondadori, MI 1979
  • Ràkosi Victor - Quando le campane non suonano più - L'Eroica MI 1944
  • Rizzi Franco - (La) coccarda e le campane - Franco Angeli MI 1989
  • Royston Eldridge - (Le) campane dell'inferno - Tarab FI 1998
  • Russel Janney - Il miracolo delle campane - Garzanti MI 1948
  • Sartarelli M. - (Le) campane suonano per tutti - Massa, 1950
  • Schiller Federico - (La) campana: poema di F.S. - Penada PD, 1818
  • Souvestre P. Allain M. - (La) campana di sangue - Mondatori MI 1964
  • Trione D. Stefano - (La) campana di Fra Giacomo - SEI Torino 1926
  • Uguccioni R - (Le) campane del sabato - SEI Torino 1943
  • Villone Leonardo - (Le) campane del tempio - Guanda PR 1952
  • Zanetti Ottavio - (La) campana de Sorio (Poesie) - Verona 1954
  • Fanti Mario - Campanili e campane di bologna e del... - Grafis BO, 1992
  • Luciano Bosi - Campane a festa. Sistemi d’uso delle campane nelle province di Bologna e Modena - Quale percussione?, 1998, CD QP 001 – Paesaggi sonori
  • Nagai Paolo - Le campane di Nagasaki - Garzanti MI 1952
  • Colorni Rosemberg M. - Campane Tibetane - RED CO, 1998
  • Spinelli Vincenzo - Tocchi di campane dall'America del sud - Vallecchi FI 1932
  • De Fonvielle Wilfrid - (Les) cloches et les orages - Boulevard - Paris, 1874
  • Didérot D., - Enciclopedie. Recuil de planche sur le sciences, les arts libéraux et les arts mécaniques, avec leurs explication. - Cinquième volume, troisième édition, a Livourne. MDCCLXXIV
  • Havard Henry - (Les) bronzes d'art: Les cloches - Delagrave- Paris, 1850
  • Maxime Eéléne - (Le) bronze - Boulevard - Paris, 1890
  • Vallardi Francesco - (Il) nuovo campanile di Lilla - Il Politecnico, Milano, Fascicolo 12 (dic, 1930)
  • Blavignac, J. D., La Cloche. Etudes, sur son Historie et sur ses Rapports, avec la Societe aux differents Ages, Geneve: Grosset & Trembley, 1877
  • B. Bachmann-Geiser - «Schellen und Glocken in Tierhaltung, Volksbrauch und Volksmusik der Schweiz» - in Studia instrumentorum musicae popularis, 5, 1977, 20-26
  • Jodeka Tomasz - Le campane di Hel - Janus - Bergamo, 1968
  • Schilling Margarete - Kunst - erz und klang - Henschel Berlino, 1992
  • Von Der Uberreicht - Glochen und glokenguss - A. G. Aarau, 1939
  • Aa. Vv. - Change Ringing Vol.1 - Cambridge, 1987
  • Aa. Vv. - (The) towers and bells handbook - Brackley, 1973
  • Aa. Vv. - (Las) Campanas - Fundaciòn Botìn ,1997
  • Milotti Bertoni, Daniela Trieste, B. Fachin, - Istria: duecento campanili storici - 1997, Trad. di Julian Comoy In testa al front.: Istituto regionale per la cultura istriana
  • Sabalich Giuseppe - Le campane Zaratine - Comune di Zara – 1979
  • Francesco Ferro, La campanologia. Introduzione generale allo studio dell’arte campanaria, Isernia, 2006

Link utili

Link amici:



Dati Aziendali

Sede legale: Aeris elettronica Srl
Zona Industriale VALLECUPA - 64010 - COLONNELLA (TE) - ITALY
P.Iva/C.F.: 01643200676

Capitale sociale: € 80.000,00 i.v. - CCIAA di Teramo - REA 140706
La società non è in stato di liquidazione. La società non è a socio unico.